ann15014-it — Annuncio

L'ESO si conferma l'Osservatorio da terra più produttivo al Mondo

05 Marzo 2015

Un'indagine sul numero di articoli scientifici sottoposti a referaggio e pubblicati nel 2014 usando dati da telescopi e strumenti dell'ESO ha dimostrato che l'ESO rimane l'osservatorio da terra più produttivo al mondo. L'anno scorso gli astronomi hanno utilizzato le osservazioni provenienti dalle strutture dell'ESO per produrre 864 articoli con referaggio, raggiungendo il numero record del 2012. Il numero di articoli pubblicati nel 2014 a partire dai dati dell'ESO è rimasto leggermente più alto delle pubblicazioni basate sui dati provenienti dal telescopio spaziale Hubble della NASA/ESA.

Quasi il 65% di tutti gli articoli accreditati all'ESO nel 2014 si basa sui dati ottenuti con il Very Large Telescope (VLT) o con l'interferometro del VLT (VLTI). Gli strumenti più produttivi in termini di articoli sono UVES e FORS2, mentre il terzo posto va a VIMOS. I dati sono molto positivi anche per GIRAFFE e SINFONI.

Il telescopio VISTA, che si trova al Paranal, ha fornito dati per quasi il doppio degli articoli rispetto al 2013. Anche FEROS, SOFI e WFI registrano un aumento, mentre HARPS rimane lo strumento più produttivo all'Osservatorio di La Silla. Le strutture di La Silla hanno fornito dati per un totale di più di 260 articoli.

Il numero complessivo di articoli basati sul tempo di osservazione europeo al telescopio ALMA (Atacama Large Millimeter/submillimeter Array) è salito notevolmente, fino a un totale di 104 alla fine del 2014.

Il telescopio APEX (Atacama Pathfinder Experiment telescope), gestito dall'ESO sull'altopiano di Chajnantor, nella regione cilena di Atacama — una collaborazione tra l'Istituto Max Planck di Radioastronomia, l'Onsala Space Observatory e l'ESO — ha registrato un lieve aumento nelle pubblicazioni dell'ESO a partire dall'anno scorso, con più della metà di tutti gli articoli pubblicati provenienti dal tempo di osservazione dell'ESO.

I metodi usati per ottenere questi numeri variano a seconda dei diversi osservatori, quindi le cifre non possono essere sempre paragonate con precisione. Tuttavia, l'ESO continua a sorpassare in modo significativo ogni altro osservatorio da terra, rimanendo leggermente al di sopra del telescopio spaziale Hubble della NASA/ESA. Questi risultati sottolineano il grande contributo dell'ESO alla ricerca astronomica: le statistiche in merito alle pubblicazioni danno un'idea di quanto lavoro scientifico sia portato a termine a partire dai dati dei singoli osservatori ma non mostrano il forte impatto che questi hanno sulla scienza.

Le cifre vengono pubblicate nelle Basic ESO Publication Statistics [1] diffuse dalla Biblioteca dell'ESO e calcolate usando la ESO Telescope Bibliography (telbib), un database che contiene pubblicazioni con referaggio che utilizzano dati dell'ESO [2]. L'ESO compie notevoli sforzi per identificare tutti questi articoli e considera telbib sostanzialmente completo.

Sono anche disponibili online grafici interattivi di statistiche specifiche. Questi grafici mostrano l'intero contenuto del database telbib [3], che conserva i documenti relativi alle pubblicazioni dal 1996 a oggi. I documenti possono essere usati per esplorare diversi aspetti della storia delle pubblicazioni, compreso lo sviluppo degli articoli scientifici nati dagli strumenti dell'ESO e l'uso di dati d'archivio.

Note

[1] Basic ESO Publication Statistics

[2] Informazioni su telbib e accesso al database

[3] Statistiche interattive del database telbib

Contatti

Uta Grothkopf
ESO Librarian
Garching bei München, Germania
Tel: +49 89 3200 6280
Email: uta.grothkopf@eso.org

Richard Hook
ESO Public Information Officer
Garching bei München, Germania
Tel: +49 89 3200 6655
Cell: +49 151 1537 3591
Email: rhook@eso.org

A proposito dell'annuncio

Identificazione:ann15014

Immagini

Numero di articoli pubblicati usando dati da diversi osservatori
Numero di articoli pubblicati usando dati da diversi osservatori
Numero di articoli pubblicati usando dati dalle strutture dell'ESO
Numero di articoli pubblicati usando dati dalle strutture dell'ESO