ann15015-it — Annuncio

ALMA compie le sue prime osservazioni a larghissima linea dibase

05 Marzo 2015

ALMA (Atacama Large Millimeter/submillimeter Array) ha combinato con successo la sua enorme area di raccolta e la sua sensibilità con quella di APEX (Atacama Pathfinder Experiment) per creare un nuovo, unico strumento tramite un processo conosciuto con il nome di “Very Long Baseline Interferometry” (VLBI), o interferometria a lunghissima base.

Telescopi più grandi possono fare delle osservazioni più nitide e l'interferometria permette a telescopi multipli di agire come un telescopio singolo grande quanto la distanza (o linea di base) che li separa. Attraverso la VLBI, dati provenienti da telescopi separati sono combinati per formare un telescopio virtuale grande quanto la loro distanza geografica – il cui limite è rappresentato dal diametro della Terra – e con poteri risolutivi straordinari.

Un passo intermedio essenziale consiste nel testare la tecnica su una linea di base corta. Il 13 gennaio scorso, ALMA e il vicino telescopio APEX hanno studiato simultaneamente il quasar 0522-364. Questa galassia lontana è stata usata per la prima osservazione di questo tipo per la sua straordinaria luminosità a lunghezze d'onda radio.

Per assicurarsi che i telescopi fossero sincronizzati, ALMA ha usato un orologio atomico installato di recente ed estremamente accurato per assegnare un preciso istante di tempo ai dati mentre venivano acquisiti. Un orario accurato è essenziale per la VLBI perché permette ai dati raccolti da diversi telescopi in diversi luoghi geografici di essere abbinati e integrati con precisione. L'analisi dei dati, che è stata completata di recente, ha confermato che il sistema ha funzionato correttamente e che l'orologio atomico di ALMA è sufficientemente preciso per la VLBI.

Questa prima osservazione riuscita usando la VLBI con ALMA è avvenuta con una linea di base di 2,1 km e ha rappresentato un test di fattibilità fondamentale per l'Event Horizon Telescope, un progetto che comprenderà una rete globale di telescopi operanti a lunghezze d'onda millimetriche. Quando sarà completamente assemblato, l'Event Horizon Telescope – che avrà ALMA come sito più grande e sensibile – darà vita a un telescopio grande quanto la Terra e con un potere risolutivo necessario per distinguere i dettagli ai confini del buco nero supermassiccio al centro della Via Lattea.

Ulteriori informazioni

Questo lavoro è stato eseguito da un team composto dai membri dell'ALMA Phasing Project (APP), del Joint Alma Observatory (JAO), dello Smithsonian Astrophysical Observatory e del telescopio APEX.

Il telescopio ALMA (Atacama Large Millimeter/submillimiter Array), una struttura astronomica internazionale, è frutto di una collaborazione tra l'ESO, la U.S. National Science Foundation (NSF) e i National Institutes of Natural Sciences (NINS) del Giappone in collaborazione con la Repubblica del Cile. ALMA è finanziato dall'ESO per conto dei suoi Stati membri, dalla NSF in collaborazione con il National Research Council del Canada (NRC) e il National Science Council di Taiwan (NCS) e dai NINS in collaborazione con l'Academia Sinica (AS) a Taiwan e il Korea Astronomy and Space Science Institute (KASI).

La costruzione e la gestione dell'ALMA sono dirette dall'ESO per conto dei suoi Stati membri, dal National Radio Astronomy Observatory (NRAO), amministrato da Associated Universities, Inc. (AUI), per conto del Nord America, e dal National Astronomical Observatory of Japan (NAOJ), per conto dell'Asia orientale. Il Joint Alma Observatory (JAO) svolge un ruolo guida e gestisce la costruzione, la messa in servizio e il funzionamento di ALMA.

Apex è il frutto di una collaborazione tra l'Istituto Max Plack di Radioastronomia (MPIfR, 50%), l'Onsala Space Observatory (OSO, 23%) e l'ESO (27%). Il telescopio è gestito dall'ESO.

Links

Contatti

Richard Hook
ESO Public Information Officer
Garching bei München, Germany

Tel: +49 89 3200 6655
Email: rhook@eso.org

Charles E. Blue
Public Information Officer
National Radio Astronomy Observatory
Tel: +1 434.296.0314 
Cell: +1 202-236-6324
Email: cblue@nrao.edu

A proposito dell'annuncio

Identificazione:ann15015

Immagini

ALMA compie le sue prime osservazioni VLBI
ALMA compie le sue prime osservazioni VLBI