Scegli la lingua:
Nederlands español English polski Türkçe
Notizie dall'Universo per i bambini di tutto il mondo

I pezzi di scarto del Sistema Solare

11 novembre 2011

I pianeti più vicini al Sole - Mercurio, Venere e Terra - sono assai diversi l'uno dall'altro pur essendosi formati da materiale simile: questo rimane un grande mistero. Gli astronomi sperano di fare chiarezza sulla loro origine studiando gli asteroidi, cioè quei pezzi di roccia avanzati dalla costruzione dei pianeti.

Un gruppo di astronomi ha osservato un asteroide chiamato Lutetia, largo 100 chilometri. Si tratta di un asteroide così grande che se lo appoggiassimo sulla superficie della Terra un lato raggiungerebbe lo spazio! Come la maggior parte degli asteroidi del Sistema Solare, Lutetia si trova fra i pianeti Marte e Giove - in una zona che viene detta Cintura degli Asteroidi. 

Ma gli astronomi hanno appena scoperto che Lutetia non ha trascorso tutta la sua vita in questa regione del Sistema Solare. L'hanno capito perché l'asteroide è fatto dello stesso materiale che si trova in un tipo molto raro di rocce cadute sulla Terra dallo spazio, dette 'meteoriti'. (I meteoriti sono ben più piccoli degli asteroidi, le loro dimensioni variano da quelle di una biglia a quelle di un pallone da basket.) 

La caratteristica speciale di questo raro tipo di meteoriti è che si sono formati nelle parti più interne del Sistema Solare. Se Lutetia è fatto dello stesso materiale, allora deve essersi formato anch'esso nella regione più interna del Sistema Solare, dove sono nati Mercurio, Venere e la Terra. È un grosso pezzo di scarto di quel materiale che è stato utilizzato per fabbricare i pianeti più interni! 

Ora gli astronomi vogliono inviare una navicella spaziale su Lutetia, per riportare indietro alcuni campioni di asteroide così da poterli studiare in laboratorio. "Gli asteroidi come Lutetia rappresentano l'obiettivo ideale delle future missioni per la raccolta di campioni da riportare a Terra. Avremmo così l'opportunità di studiare in dettaglio l'origine dei pianeti rocciosi, compresa la nostra Terra", conclude l'astronomo Pierre Vernazza.

Fatto curioso: All'inizio di questa settimana, un altro asteroide, largo circa 400 metri, è sfrecciato in prossimità della Terra. Essendoci passato così vicino - era più vicino della Luna! - viene chiamato Asteroide Near-Earth ("vicino alla terra"). 

Questa è una versione per ragazzi del comunicato stampa dell'ESO eso1144.