ELT (Extremely Large Telescope)

Il più grande occhio del mondo rivolto al cielo

I Telescopi Estremamente Grandi sono considerati, in tutto il mondo, una delle più alte priorità dell'astronomia da terra. Aumenteranno grandemente le conoscenze dell'astrofisica, consentendo studi dettagliati di oggetti quali i pianeti intorno ad altre stelle, i primi corpi celesti dell'Universo, i buchi neri supermassicci e infine della natura e dellla distribuzione sia della materia oscura che dell'energia oscura che dominano l'Universo.

Dalla fine del 2005 l'ESO ha coinvolto la propria comunità di astronomi e astrofisici europei e con le industrie per sviluppare un telescopio gigante ottico/infrarosso.

Questo rivoluzionario progetto concettuale chiamato ELT (che sta per Extremely Large Telescope, cioè Telescopio Estremamente Grande) avrà uno specchio primario di 39 metri e sarà il più grande telescopio ottico/vicino-infrarosso del mondo: "il più grande occhio del mondo rivolto al cielo".

Il programma dell'ELT è stato approvato nel 2012 mentre il via alla costruzione è stato dato nel 2014. La presidentessa del Cile ha partecipato alla cerimonia di posa della prima pietra nel maggio 2017. La prima luce è prevista per il 2024.

Le ultime notizie e i comunicati stampa sull'ELT si trovano a questo indirizzo.

Scienza con ELT

L'ELT affronterà i più grandi problemi scientifici dei nostri tempi e mirerà ad arrivare a un considerevole numero di primati, fra cui il rintracciare pianeti simili alla Terra nelle "zone abitabili", cioè quelle che permettono la formazione della vita, intorno ad altre stelle – uno  dei “Sacri Graal” dell'astronomia osservativa moderna. Effettuerà anche studi di "archeologia stellare" nelle galassie vicine e darà contributi fondamentali alla cosmologia, misurando le proprietà delle prime stelle e galassie e investigando la natura della materia oscura e dell'energia oscura. Inoltre, gli astronomi si stanno preparando anche a qualcosa di inaspettato – infatti nuovi e imprevedibili quesiti sorgeranno sicuramente dalla nuove scoperte fatte con l'ELT.

Scopi scientifici

Telescopio ottico/infrarosso polivalente di grandissima apertura. Alcune aree scientifiche: galassie ad alto redshift, formazione stellare, esopianeti e sistemi protoplanetari.


Live image

Follow Cerro Armazones on this live image taken from Cerro Paranal. It is updated every hour during daytime. Click on it to enlarge.

Live

Ulteriori informazioni sull'ELT (Extremely Large Telescope)


Watch the trailer

Loading the player...

Download this trailer in other formats from the Video Archive.

 

A Tour of Paranal and Cerro Armazones

Virtual Tour of Paranal and Cerro Armazones

Click on the image to take a Virtual Tour at Paranal and nearby Cerro Armazones.

 

ELT

Name: Extremely Large Telescope
Site: Cerro Armazones
Altitude: 3046 m
Enclosure: Hemispherical dome
Type: Optical/near-infrared Giant Segmented Mirror Telescope
Optical design: Five-mirror design — three-mirror on-axis anastigmat + two fold mirrors used for adaptive optics
Diameter. Primary M1: 39 m (798 hexagonal 1.4 m mirror segments)
Material. Primary M1: Not decided yet
Diameter. Secondary M2: 4 m
Material. Secondary M2: Not yet known
Diameter. Tertiary M3: 3.75 m
Mount: Alt-Azimuth mount
First Light date: 2024
Active Optics: Yes
Adaptive Optics: 2.60 m adaptive M4 using 6 Laser Guide Stars
Images of the ELT: Link
Press Releases with the ELT: Link

 

Did you know?
Stars form in dense clouds of the interstellar medium, but even in these densest regions the pressure is comparable to the most tenuous vacuum created in a laboratory on Earth. In these clouds, the temperatures are below -200 degrees Celsius.
Did you know?
The ELT will gather 100 000 000 times more light than the human eye, 8 000 000 times more than Galileo's telescope, and 26 times more than a single VLT Unit Telescope. In fact, the ELT will gather more light than all of the existing 8–10-metre class telescopes on the planet, combined.