ann16020-it-ch — Annuncio

Firmato il contratto per NAOMI

Le nuove ottiche adattive per l'interferometro del VLT dell'ESO

29 Marzo 2016

E' stato firmato un accordo tra l'ESO e il Centre National de la Recherche Scientifique [1], che agisce per conto dell'Institut de Planétologie et d’Astrophysique de Grenoble, per la costruzione di un nuovo sistema di ottiche adottive per i telescopi ausiliari che fanno parte della schiera del VLTI (Very Large Telescope Interferometer) [2] all'Osservatorio di Paranal in Cile.

Il nuovo sistema, chiamato NAOMI (New Adaptive Optics Module for Interferometry) migliorerà molto la capacità del VLTI di acquisire immagini. Il VLTI è una notevole risorsa astronomica che ha già dato un contributo significativo allo studio di vari oggetti, come stelle giovani di pre-sequenza principale e i loro dischi protoplanetari, stelle di post-sequenza principale che stanno perdendo massa, e nuclei galattici attivi. Verrà installato un modulo di NAOMI su ognuno dei Telescopi Ausiliari (AT) da 1,8 metri dell'ESO, fornendo un sistema di ottiche adottive più avanzato agli AT che garantirà loro, e alla schiera del VLTI, una vista molto più acuta.

I sistemi di ottiche adattive controbilanciano l'effetto della degradazione introdotto dall'atmosfera della Terra. La turbolenza causa l'oscillazione della luce proveniente da una stella nel suo viaggio verso il telescopio — la stella luccica invece di restare un punto fisso di luce. Gli AT sono attualmente equipaggiati con sistemi meno sofisticati, che lavorano bene solo se le condizioni osservative sono eccellenti. Con l'installazione di NAOMI, le osservazioni saranno migliori in tutte le condizioni osservative. La sensibilità degli strumenti attualmente montati sul VLTI come MIDIAMBERPIONIER migliorerà, e gli strumenti di seconda generazione come GRAVITY saranno in grado di raggiungere la loro piena potenzialità.

Il primo modulo di NAOMI arriverà a Paranal nel 2017, e i restanti tre sistemi saranno installati entro la fine del 2018.

Note

[1] Il CNRS (Centre National de la Recherche Scientifique) è un'organizzazione francese per la ricerca pubblica. Essa dà impiego a circa 33 000 persone, inclusi ingegneri e tecnici, e ha un budget per il 2014 di 3,29 milioni di euro. CNRS opera in tutti i campi della ricerca scientifica.

[2] I quattro Telescopi Ausiliari (AT) da 1,8 metri, insieme ai loro fratelli maggiori, i quattro Unit Telescopes (UT), formano il Very Large Telescope Interferometer, o VLTI. Quando vengono usati come interferometro, tutti i telescopi osservano lo stesso oggetto e la luce raccolta da ognuno di essi viene combinata in una singola misurazione. Questo consente agli astronomi di vedere gli oggetti celesti in maggiore dettaglio rispetto a quanto sarebbe possibile fare con un singolo telescopio soltanto.

Links

Contatti

Reinhold Dorn
ESO
Garching bei München, Germany
Tel: +49 89 3200 6547 
Email: rdorn@eso.org

Emmanuel Aller Carpentier
ESO
Garching bei München, Germany
Tel: +49 89 3200 6727
Email: eallerca@eso.org

Julien Woillez
ESO
Garching bei München, Germany
Tel: +49 89 3200 6273
Email: jwoillez@eso.org

Richard Hook
ESO Public Information Officer
Garching bei München, Germany
Tel: +49 89 3200 6655
Cell: +49 151 1537 3591
Email: rhook@eso.org

Riguardo all'annuncio

Identificazione:ann16020

Immagini

La sagoma dei Telescopi Ausiliari
La sagoma dei Telescopi Ausiliari
Una visione panoramica del laboratorio del VLTi
Una visione panoramica del laboratorio del VLTi