Infrastrutture europee coinvolte in EHT

L'EHT (Event Horizon Telescope) - una schiera di otto radiotelescopi dislocati su tutta la Terra, costruiti attraverso una collaborazione internazionale - è stato progettato per catturare l'immagine di un buco nero. In varie conferenze stampa coordinate in tutto il mondo, i ricercatori dell'EHT hanno rivelato il loro primo successo, mostrando la prima prova visiva diretta di un buco nero supermassiccio e della sua ombra.

Questo video evidenzia i contributi europei al progetto, che vanno dalle infrastrutture come ALMA, APEX e il Telescopio da 30 metri dell'IRAM ai finanziamenti dell'ESO.

Crediti:

ESO, IRAM, ALMA (ESO/NAOJ/NRAO), C. Malin (christophmalin.com), William Montgomerie/JCMT/EAO, B. Tafreshi (twanight.org), P. Horálek. BlackHoleCam/Radboud University/Cristian Afker/Cafker Productions, Junhan Kim (Department of Astronomy and Steward Observatory, University of Arizona), Glen Petitpas/SMA, M. Kornmesser, L. Calçada, IRAM/Cinedia, SMT/Used with permission from University of Arizona, David Harvey, photographer, James Lowenthal (Dept. of Astronomy, Smith College).

Produced by: ESO

A proposito del video

Identificazione:eso1907j
Lingua:it
Data di pubblicazione:Mercoledì 10 Aprile 2019 15:07
Notizie relative:eso1907
Durata:01 m 17 s
Frame rate:25 fps

A proposito delll'oggetto

Nome:Atacama Large Millimeter/submillimeter Array
Tipo:Unspecified : Technology : Observatory : Facility

HD


Medio

Podcast Video
19,4 MB

For Broadcasters


Script

English
81,6 KB

Sottotitoli

Chinese
1,3 KB
English
1,5 KB
German
1,7 KB
Greek
2,4 KB
Italian
1,5 KB
Polish
1,7 KB
Portuguese
1,5 KB
Vietnamese
1,8 KB

Vedere anche