ann18064-it-ch — Annuncio

Nuovo Spettacolo al Planetario: Il Sole, la nostra stella viva

Scopriamo l'impatto della centrale di produzione energetica del nostro pianeta sulla vita sulla Terra

06 Settembre 2018

L'ESO è onorato di annunciare una nuova aggiunta alla raccolta di materiali per planetario di alta qualità e gratuiti prodotti da astrofotografi, artisti, tecnici e musicisti di fama mondiale. The Sun, Our Living Star (Il Sole, la nostra stella viva) racconta la storia della stella più vicina a noi: la centrale di produzione energetica del nostro pianeta, la fonte di energia che anima i venti e influenza le condizioni meteorologiche terrestri, la sfera di luce che permette l'esistenza stessa della vita. The Sun, Our Living Star sarà mostrato nel planetario Supernova dell'ESO a partire dal 7 settembre ed è anche disponibile gratuitamente dal sito web dell'ESO.

The Sun, Our Living Star rivela l'impatto che la nostra stella ha su ogni aspetto della nostra vita qui sulla Terra. Esplora il ruolo del Sole nel permettere e mantenere la vita, dalla fotosintesi all'umanità. Scoprite come il Sole detta l'alternarsi di giorni, stagioni e anni. Analizzate la storia dell'impatto del Sole sulla religione e la cultura umana. Imparate a conoscere la natura dinamica del Sole: quello che appare come un disco piatto nel cielo è in realtà un corpo celeste violento e in evoluzione, che brucia 600 milioni di tonnellate di idrogeno ogni secondo. The Sun, Our Living Star consente agli spettatori di sperimentare il Sole in un modo nuovo, con immagini mai viste prima della sua superficie turbolenta in formato immersivo a tutta cupola, rivelando la sua potenza e variabilità in dettagli mozzafiato.

Questo nuovissimo filmato per planetario è stato prodotto congiuntamente dall'ESO e dal talentuoso regista greco Theofanis Matsopoulos, che ha anche diretto il film. Verrà mostrato regolarmente al Planetario e Centro visite Supernova dell'ESO a partire da venerdì 7 settembre 2018. Le esibizioni, alcune delle quali in tedesco e altre in inglese, sono gratuite nel 2018 e sono rivolte al pubblico in generale e ai gruppi scolastici, a partire dai 10 anni. Ulteriori informazioni sullo spettacolo e sul link per prenotare i biglietti per spettacoli si trovano qui. Si consiglia di prenotare i posti in anticipo, mentre il biglietto può essere stampato direttamente al planetario.

Lo spettacolo è inoltre offerto gratuitamente alla comunità dei planetari degli Stati membri dell'ESO e oltre, come parte della missione della Supernova dell'ESO in quanto primo planetario open source al mondo. Chiunque sia interessato può scaricare lo spettacolo dalla pagina web dedicata in risoluzione 4K. Sono già disponibili l'audio in inglese e in tedesco; altre traduzioni sono previste in futuro.

L'intera gamma di materiale gratuito per planetari è disponibile sul sito Web della Supernova dell'ESO. Tra l'altro ci sono 20 spettacoli completi per planetario, quasi 500 clip a tutta cupola dagli archivi ESO e ESA/Hubble, panorami a 360-degree, un nuovo archivio musicale con quasi 500 brani gratuiti, modelli 3D e molto altro. Questa raccolta contribuisce al continuo successo della comunità dei planetari in tutto il mondo, ed l'ESO con orgoglio ed entusiasmo vi aggiunge The Sun, Our Living Star.

Ulteriori Informazioni

Il Planetario e Centro Espositivo Supernova dell’ESO

Il Planetario e Centro Espositivo Supernova dell’ESO è un centro astronomico all’avanguardia aperto al pubblico e un’istituzione educativa situato presso il quartier generale dell’ESO a Garching, Monaco. Il centro ospita il più grande planetario in Germania, Austria e Svizzera e una mostra interattiva, per condividere l’affascinante mondo dell’astronomia e dell’ESO e far apprezzare e capire alle generazioni a venire l’Universo intorno a noi. Tutti i contenuti sono in inglese e tedesco e l’ingresso è gratuito, ma occorre prenotare. Per ulteriori informazioni visitate: supernova.eso.org.

Il Planetario e Centro Espositivo Supernova dell'ESO nasce da una cooperazione tra l’Osservatorio Europeo Australe (ESO) e l’Istituto di Studi Teorici di Heidelberg (HITS). L’edificio è stato donato dalla fondazione tedesca Klaus Tschira Stiftung (KTS) ed è gestito dall’ESO.

La Supernova dell'ESO è sostenuta da: LOR Foundation, Evans & Sutherland, Sky-Skan ed Energie-Wende-Garching.

KTS

La fondazione Klaus Tschira Stiftung (KTS) è stata creata nel 1995 dal fisico e co-fondatore di SAP Klaus Tschira (1940-2015). È una delle maggiori fondazioni private europee non-profit. Promuove il progresso delle scienze naturali, della matematica, dell’informatica e cerca di aumentare l’interesse verso questi ambiti. Il suo impegno comincia nelle scuole dell’infanzia e prosegue negli istituti di grado superiore, nelle università e negli istituti di ricerca. Sostiene nuovi metodi di trasferimento del sapere scientifico e supporta lo sviluppo e la presentazione comprensibile delle scoperte.

HITS

L’Istituto di Studi Teorici di Heidelberg (HITS gGmbH) è stato fondato nel 2010 dal fisico e co-fondatore di SAP Klaus Tschira (1940-2015) e dalla Klaus Tschira Foundation come un istituto di ricerca privato e non-profit. L’HITS conduce ricerche di base sulle scienze naturali, sulla matematica e sull’informatica, dando particolare importanza al processamento, alla gestione e all’analisi di  grandi moli di dati. Gli ambiti di ricerca vanno dalla biologia molecolare all’astrofisica. I partner dell’HITS sono l’HITS Stiftung, una sussidiaria della Klaus Tschira Foundation, l’Università di Heidelberg e il Karlsruhe Institute of Technology (KIT). L’HITS collabora anche con altre università, istituti di ricerca e partner industriali. Il finanziamento di base dell’HST è fornito dall’HITS Stiftung  con fondi ricevuti dalla Klaus Tschira Foundation. Le principali agenzie di finanziamento esterne sono il Ministero federale dell’Educazione e della Ricerca (BMBF), la Società Tedesca per la Ricerca (DFG) e l’Unione Europea.

ESO

L'ESO (European Southern Observatory, o Osservatorio Australe Europeo) è la principale organizzazione intergovernativa di Astronomia in Europa e di gran lunga l'osservatorio astronomico più produttivo al mondo. È sostenuto da 15 paesi: Austria, Belgio, Danimarca, Finlandia, Francia, Germania, Italia, Paesi Bassi, Polonia, Portogallo, Regno Unito, Repubblica Ceca, Spagna, Svezia, e Svizzera, oltre al paese che ospitante, il Cile e l'Australia come partner strategico. L'ESO svolge un ambizioso programma che si concentra sulla progettazione, costruzione e gestione di potenti strumenti astronomici da terra che consentano agli astronomi di realizzare importanti scoperte scientifiche. L'ESO ha anche un ruolo di punta nel promuovere e organizzare la cooperazione nella ricerca astronomica. L'ESO gestisce tre siti osservativi unici al mondo in Cile: La Silla, Paranal e Chajnantor. Sul Paranal, l'ESO gestisce il Very Large Telescope, osservatorio astronomico d'avanguardia nella banda visibile e due telescopi per survey. VISTA, il più grande telescopio per survey al mondo, opera nella banda infrarossa mentre il VST (VLT Survey Telescope) è il più grande telescopio progettato appositamente per del osservare il cielo in luce visibile. L'ESO è il partner principale di ALMA, il più grande progetto astronomico esistente. E sul Cerro Armazones, vicino al Paranal, l'ESO sta costruendo lo European Extremely Large Telescope o E-ELT, un telescopio da 39 metri che diventerà "il più grande occhio del mondo rivolto al cielo".

Links

Riguardo all'annuncio

Identificazione:ann18064

Immagini

Locandina del filmato "The Sun, our Living Star"
Locandina del filmato "The Sun, our Living Star"
L'alba, come mai l'avete vista
L'alba, come mai l'avete vista
Immagine da The Sun, Our Living Star
Immagine da The Sun, Our Living Star
Immagine da The Sun, Our Living Star
Immagine da The Sun, Our Living Star