eso1104it — Foto Comunicato Stampa

La perfetta galassia a disco

02 febbraio 2011

La galassia NGC3621, molto luminosa, qui ripresa dal Wide Field Imager (strumento per immagini a grande campo) montato sul telescopio da 2.2m dell’ESO all’osservatorio di La Silla in Cile, sembra l'esempio perfetto di una classica galassia a spirale. In realtà si rivela piuttosto insolita: non ha alcun rigonfiamento centrale e perciò può essere descritta come una galassia “a disco semplice”.

NGC 3621 é una galassia a spirale, nella costellazione dell’Idra, a circa 22 milioni di anni luce da noi. É relativamente brillante e può essere vista facilmente con telescopi di dimensione moderata. Questa imagine di NGC3621 é stata ottenuta con il Wide Field Imager montato sul telescopio di MPG/ESO da 2.2m all’osservatorio di La Silla in Cile. I dati sono stati estratti dall’archivio dell’ESO da Joe DePasquale nel contesto della competizione “Tesori Nascosti”[1]. L’immagine di NGC3621 prodotta da Joe ha ottenuto il quinto posto.

Questa galassia a una forma appiattita, come una frittata. Si pensa che ciò sia dovuto al fatto che non é mai stata avvicinata da un’altra galassia: tale avvicinamento o addirittura scontro infatti avrebbe disturbato il sottile disco di stelle, creando un piccolo rigonfiamento nel centro della galassia. Molti astronomi pensano che le galassie crescano attraverso un processo chiamato “formazione gerarchica” in cui appunto le galassie si scontrano e si fondono. Con il trascorrere del tempo, queste interazioni dovrebbero portare alla formazione di grandi rigornfiamenti nel centro delle spirali. Ricerche recenti, tuttavia, hanno suggerito che le galassie senza rigonfiamento, o “a disco semplice” come NGC3621, siano in realtà molto frequenti.

Gli astronomi sono anche molto interessati a questa galassia poiché é relativamente vicina e perciò permette di studiare numerose sorgenti astronomiche al suo interno, tra cui le incubatrici stellari, le nubi di polvere e le stelle pulsanti note come variabili Cefeidi, che gli astronomi usano come indicatori di distanza nell’Universo[2]. Alla fine degli anni ’90, NGC3621 é stata selezionata insieme ad altre 18 galassie per un Key Project (o progetto cardine) del telescopio spaziale Hubble: osservare variabili Cefeidi per misurare il tasso di espansione dell’Universo con maggior accuratezza di quanto fosse fino ad allora possible, Ben 69 variabili Cefeidi sono state osservate solo in questa galassia durante il programma che é stato portato a termine con successo.

Una serie di immagini monocrome, ottenute attraverso quattro diversi filtri colorati, sono state utilizzate per comporre questa fotografia a colori. Le immagini ottenute con un filtro blu sono state quindi colorate di blu, così come quelle del filtro giallo-verde sono state colorate di verde e quelle del filtro rosso di rosso. Inoltre, le immagini ottenute con il filtro che isola l’emissione del gas idrogeno sono state colorate anch’esse di rosso. I tempi totali di esposizione per i vari filtri sono di 30 minuti per il filtro blu e 40 minuti per gli altri.

Note

[1] La competizione dell’ESO “Tesori Nascosti 2010” ha dato agli appassionati di astronomia la possibilità di scandagliare gli immensi archivi di dati astronomici dell’ESO alla ricerca di una gemma nascosta che attendeva solo la lucidatura da parte di uno dei partecipanti. Sono state inviate circa 100 immagini e i dieci migliori concorrenti sono stati premiati in modo meraviglioso. Tra i premi, un viaggio al Cerro Paranal, in Cile, per visitare il VLT (Very Large Telescope) dell’ESO, il più avanzato telescopio ottico al mondo. I dieci vincitori hanno inviato un totale di venti immagini arrivate tra le prime sulle circa 100 inviate alla competizione.

[2] Le variabili Cefeidi sono stelle molto luminose – fino a 30 000 volte più brillanti del nostro Sole – la cui luminosità varia in intervalli regolari con periodi di giorni, settimane o mesi. Il periodo della variazione di intensità é legato alla luminosità intrinseca della stella, nota come magnitudine assoluta. Conoscendo la magnitudine assoluta e misurando la magnitudine apparente, gli astronomi possono facilmente calcolare la distanza della stella dalla Terra. Le variabili Cefeidi sono perciò fondamentali per stabilire le dimensioni dell’Universo.

Ulteriori Informazioni

L’ESO (European Southern Observatory) è la principale organizzazione intergovernativa di Astronomia in Europa e l’osservatorio astronomico più produttivo al mondo. È sostenuto da 15 paesi: Austria, Belgio, Brasile, Danimarca, Finlandia, Francia, Germania, Gran Bretagna, Italia, Olanda, Portogallo, Repubblica Ceca, Spagna, Svezia, e Svizzera. L’ESO svolge un ambizioso programma che si concentra sulla progettazione, costruzione e gestione di potenti strumenti astronomici da terra che consentano agli astronomi di realizzare importanti scoperte scientifiche. L’ESO ha anche un ruolo di punta nel promuovere e organizzare la cooperazione nella ricerca astronomica. L’ESO gestisce tre siti osservativi unici al mondo in Cile: La Silla, Paranal e Chajnantor. Sul Paranal, l’ESO gestisce il Very Large Telescope, osservatorio astronomico d’avanguardia nella banda visibile. L’ESO è il partner europeo di un telescopio astronomico di concetto rivoluzionario, ALMA, il più grande progetto astronomico esistente. L’ESO al momento sta progettando l’European Extremely Large Telescope o E-ELT (significa Telescopio Europeo Estremamente Grande), di 42 metri, che opera nell'ottico e infrarosso vicino e che diventerà “il più grande occhio del mondo rivolto al cielo”.

Contatti

Anna Wolter
INAF-Osservatorio Astronomico di Brera
Milano, ITALY
Tel.: +39 02 72320321
E-mail: anna.wolter@brera.inaf.it

Richard Hook
ESO, La Silla, Paranal, E-ELT and Survey Telescopes Press Officer
Garching bei München, Germany
Tel.: +49 89 3200 6655
E-mail: rhook@eso.org

Questa è una traduzione del Comunicato Stampa dell'ESO eso1104.

Sul Comunicato Stampa

Comunicato Stampa N":eso1104it
Nome:NGC 3621
Tipo:• Local Universe : Galaxy : Type : Spiral
Facility:MPG/ESO 2.2-metre telescope

Immagini

Wide Field Imager view of the spiral galaxy NGC 3621
Wide Field Imager view of the spiral galaxy NGC 3621
soltanto in inglese
NGC 3621 in the constellation of Hydra
NGC 3621 in the constellation of Hydra
soltanto in inglese

Video

Zooming in on the spiral galaxy NGC 3621
Zooming in on the spiral galaxy NGC 3621
soltanto in inglese
Panning across the spiral galaxy NGC 3621
Panning across the spiral galaxy NGC 3621
soltanto in inglese

Vedere anche