eso1202it — Comunicato Stampa Organizzazione

L'ESO celebra 50 anni di grandi scoperte in astronomia

Partecipa all'anniversario dell'ESO nel 2012

05 gennaio 2012

Nel 2012 cade il 50esimo anniversario dell'Osservatorio Australe Europeo (ESO), la principale organizzazione intergovernativa di astronomia nel mondo. Questo anniversario è l'occasione per rivisitare la storia dell'ESO, celebrarne i successi scientifici e tecnologici e volgersi ai futuri ambiziosi programmi. L'ESO ha in programma numerose attività interessanti durante l'anno.

Il 5 ottobre 1962 i rappresentanti di cinque paesi europei -- Belgio, Francia, Germania, Olanda e Svezia [1] -- firmarono la Convenzione dell'ESO a Parigi. Le loro firme rappresentavano un impegno formale per stabilire l'Organizzazione Europea per la Ricerca Astronomica nell'Emisfero Australe, oggi comunemente nota come Osservatorio Europeo Australe. 

"Il 50esimo anniversario dell'ESO cade nel bel mezzo del periodo più emozionante dell'astronomia europea e internazionale da terra. L'ESO ha percorso un lungo cammino da quando è stato fondato nel 1962. Cinquant'anni dopo, l'ESO è un polo di eccellenza nella comunità di ricerca astronomica, essendo il più produttivo osservatorio astronomico al mondo.", dice Tim de Zeeuw, Direttore Generale dell'ESO. 

Il primo osservatorio dell'ESO fu costruito a La Silla, un monte di 2400 metri, 600 chilometri a nord di Santiago del Cile. L'osservatorio di La Silla è dotato di molti telescopi ottici con specchi di diametro fino a 3,6 metri, tra cui il New Technology Telescope (NTT) che ha aperto nuove strade all'ingegneria costruttiva e alla progettazione dei telescopi ed è stato il primo al mondo ad avere uno specchio primario con ottiche attive, controllate da un computer, una tecnologia sviluppata presso l'ESO ed ora applicata alla maggior parte dei grandi telescopi del mondo. Il telescopio da 3,6 metri dell'ESO ora ospita il più avanzato cercatore di esopianeti, HARPS. 

Il secondo sito stabilito dall'ESO è stato l'Osservatorio di Paranal, sede della schiera di telescopi del VLT (Very Large Telescope). Nel 1999 sono inizate le operazioni scientifiche e oggi è il VLT è la struttura di punta dell'astronomia europea con l'interferometro (VLTI), l'unico telescopio al mondo che regolarmente offra osservazioni interferometriche. A Paranal si trovano anche il telescopio VISTA che opera nell'infrarosso ed il più grande telescopio per survey e il VST (VLT Survey Telescope), il più grande telescopio progettato esclusivamente per survey del cielo in luce visibile. 

Sulla piana di Chajnantor, nel Nord del Cile, l'ESO sta costruendo insieme ai partner del nord America e dell'Asia dell'Est, un telescopio astronomico rivoluzionario -- ALMA (Atacama Large Millimeter/submillimeter Array)
il più grande progetto astronomico esistente. ALMA sarà un telescopio singolo composto da 66 antenne di alta precisione che studieranno gli elementi costitutivo delle stelle, dei sistemi planetari, delle galassie, della vita stessa.  La costruzione di ALMA sarà completata nel 2013, ma le osservazioni scientifiche con una schiera ridotta sono iniziate nel 2011 (eso1137). 

L'ESO sta al momento pianificando un telescopio della classe dei 40 metri nell'ottico e nel vicino infrarosso, l'E-ELT (European Extremely Large Telescope) che diventerà "il più grande occhio del mondo rivolto al cielo". Iniziando le operazioni all'inizio del prossimo decennio, l'E-ELT affronterà le più grandi sfide scientifiche del nostro tempo (eso1150). 

Numerose manifestazioni ed iniziative pubbliche sono previste per il 2012. L'ESO desidera invitare tutti a unirsi ai festeggiamenti, sia partecipando ad eventi già in programma che organizzando attivamente nuove iniziative. 

* Nel periodo 3-7 settembre 2012 il quartiere generale dell'ESO ospiterà un congresso scientifico per affrontare argomenti come gli esopianeti, il Sistema Solare, la formazione e l'evoluzione stellare, la cosmologia e altro ancora. 

* Nel giorno della ricorrenza, il 5 ottobre 2012, l'ESO vuole organizzare eventi pubblici coordinati nel 15 stati membri. Organizzati con l'aiuto della rete di divulgazione scientifica dell'ESO (ESON) e delle Organizzazioni Partner per la Divulgazione, gli eventi saranno un ottimo modo per mettere direttamente in contatto il pubblico dei diversi paesi con la comunità astronomica dell'ESO e con i suoi osservatori spettacolari in Cile. 

* L'11 ottobre 2012 il Direttore Generale dell'ESO, Prof. Tim de Zeeuw, e il Presidente del Consiglio, Prof. Xavier Barcons, accoglieranno con un evento celebrativo a Monaco di Baviera i Ministri degli Stati Membri e del paese ospite, il Cile, il Consiglio dell'ESO, i rappresentanti dei comitati dell'ESO, i precendenti Direttori Generali dell'ESO, astronomi famosi e altri che hanno avuto un ruolo chiave per l'ESO.  

* Durante l'anno una mostra celebrativa dell'anniversario sarà allestita in luoghi selezionati negli Stati Membri.  Sedi interessate possono chiedere di ospitare la mostra attraverso i contatti sottoelencati.

* Un film documentario sarà distribuito nel giorno dell'anniversario, insieme con un libro riccamente illustrato. La pellicola sarà anche suddivisa in episodi nella serie degli ESO podcast ESOcast. Il libro di Adriaan Blaauw, "ESO’s Early History", sarà seguito quest'anno da un secondo libro di storia scritto da Claus Madsen per completare i 50 anni di storia dell'ESO. 

* La prima uscita di ogni mese della Picture of the Week nel 2012 sarà uno speciale "Ieri e Oggi" che presenta i siti dell'ESO come apparivano nel passato e come sono adesso. 

* Per coloro che hanno seguito lo storico viaggio dell'ESO dall'interno, come dipendenti o anche semplicemente come visitatori nei nostri siti, abbiamo ampliato il gruppo Flickr "Your ESO Pictures" perchè comprenda anche immagini storiche. Condividete le vostre memorie fotografiche dell'ESO con noi e tutti gli altri inviando queste "caroline dal passato" al gruppo (ann12002).

* Per celebrare l'anniversario sono stati preparati alcuni oggetti di merchandising nell'ESOshop, anche a prezzi all'ingrosso. 

* Inviate i vostri messaggi celebrativi per l'ESO sulla pagina di Facebook dell'ESO o su Twitter @ESO usando l'hashtag #ESO50years. 

"Attendo con impazienza i prossimi 50 anni dell'ESO che senza dubbio porteranno a scoperte scientifiche innovative, al di là della nostra immaginazione, grazie al VLT e al VLTI, ad ALMA e all'E-ELT e ai futuri progetti trainanti. È grazie alla dedizione, alla passione e alla professionalità dei dipendenti che l'ESO è oggi il primo nell'astronomia da terra. Buon 50esimo anniversario a tutti! " augura Tim de Zeeuw.

Note

[1] Per la verità, sei paesi firmarono la Convenzione, poichè il Regno Unito, pur avendo firmato si è successivamente ritirato e si è di nuovo unito all'ESO nel 2002 come decimo Stato Membro.

Ulteriori Informazioni

Nel 2012 cade il 50o anniversario della fondazione dell'ESO (European Southern Observatory, o Osservatorio Australe Europeo). L'ESO è la principale organizzazione intergovernativa di Astronomia in Europa e l'osservatorio astronomico più produttivo al mondo. È sostenuto da 15 paesi: Austria, Belgio, Brasile, Danimarca, Finlandia, Francia, Germania, Gran Bretagna, Italia, Olanda, Portogallo, Repubblica Ceca, Spagna, Svezia, e Svizzera. L'ESO svolge un ambizioso programma che si concentra sulla progettazione, costruzione e gestione di potenti strumenti astronomici da terra che consentano agli astronomi di realizzare importanti scoperte scientifiche. L'ESO ha anche un ruolo di punta nel promuovere e organizzare la cooperazione nella ricerca astronomica. L'ESO gestisce tre siti osservativi unici al mondo in Cile: La Silla, Paranal e Chajnantor. Sul Paranal, l'ESO gestisce il Very Large Telescope, osservatorio astronomico d'avanguardia nella banda visibile e due telescopi per survey. VISTA, il più grande telescopio per survey al mondo, lavora nella banda infrarossa mentre il VST (VLT Survey Telescope) è il più grande telescopio progettato appositamente per produrre survey del cielo in luce visibile. L'ESO è il partner europeo di un telescopio astronomico di concetto rivoluzionario, ALMA, il più grande progetto astronomico esistente. L'ESO al momento sta progettando l'European Extremely Large Telescope o E-ELT (significa Telescopio Europeo Estremamente Grande), della classe dei 40 metri, che opera nell'ottico e infrarosso vicino e che diventerà "il più grande occhio del mondo rivolto al cielo". 

Il progetto ALMA (Atacama Large Millimeter/submillimeter Array) è una struttura osservativa internazionale, collaborazione fra l'Europa, il Nord America e l'Asia Orientale, in cooperazione con la Repubblica del Cile. La costruzione e la gestione di ALMA sono condotte dall'ESO per conto dell'Europa, dall'Osservatorio Nazionale di Radio Astronomia (NRAO) per conto del Nord America e dall'Osservatorio Astronomico Nazionale del Giappone (NAOJ) per conto dell'Aisa Orientale. L'osservatorio congiunto di ALMA (JAO: Joint ALMA Observatory) fornisce la guida unitaria e la gestione della costruzione, commissioning e operazioni di ALMA.

Links

Contatti

Anna Wolter
INAF-Osservatorio Astronomico di Brera
Milano, ITALY
Tel.: +39 02 72320321
E-mail: anna.wolter@brera.inaf.it

Lars Lindberg Christensen
Head, ESO education and Public Outreach Department
Garching, Germany
Tel.: +49-89-3200-6761
Cell.: +49-173-3872-621
E-mail: lars@eso.org

Questa è una traduzione del Comunicato Stampa dell'ESO eso1202.

Sul Comunicato Stampa

Comunicato Stampa N":eso1202it
Nome:ESO 50th anniversary
Tipo:• X - Events

Immagini

50 years of reaching new heights in astronomy
50 years of reaching new heights in astronomy
soltanto in inglese
The ESO 50th anniversary logo
The ESO 50th anniversary logo
soltanto in inglese

Vedere anche