ann17070-it — Annuncio

Il Governo irlandese annuncia il suo impegno a unirsi all’ESO

11 Ottobre 2017

Frances FitzgeraldTánaiste (Vice Primo Ministro) e Ministra del Commercio, delle Imprese e dell'Innovazione irlandese, ha annunciato l’impegno del suo Governo a iniziare il processo di ingresso nell’ESO come Stato Membro. Il Governo desidera completare l’adesione entro l’ultimo trimestre del 2018, dopo la ratifica del Dáil Eireann (Parlamento irlandese) e l’approvazione del Consiglio dell’ESO. L’Irlanda diventerà il sedicesimo Stato Membro dell’ESO.

L’annuncio del Governo segnala il raggiungimento di un importante obiettivo politico annunciato nel 2015 come parte della strategia irlandese Innovation 2020, che identifica la necessità di rafforzare la partecipazione nelle organizzazioni di ricerca internazionali, incluso l’ESO. Questo annuncio fa seguito a molti anni di discussioni informali tra la comunità astronomica irlandese e l’ESO su un suo possibile ingresso come membro e alle discussioni formali coi funzionari governativi dal gennaio 2016, quando il Governo annunciò che avrebbe iniziato i negoziati per l’adesione.

Il Direttore Generale dell’ESO, Xavier Barcons, ha spiegato l’importanza di questa decisione: “L’Irlanda sarebbe un membro dell’ESO valido e molto ben accetto. Ha una comunità di ricerca molto avanzata, ma in crescita, che è attiva in tutte le aree scientifiche di competenza dell’ESO e che è unita dal desiderio di entrare a far parte dell'organizzazione. Inoltre, ha un’industria ad alta tecnologia in rapido sviluppo e l’adesione all’ESO le darebbe accesso a un’ampia gamma di strumenti e di opportunità industriali.

Con l'adesione all’ESO, l’Irlanda accrescerà la sua già ricca storia astronomica. Per diversi decenni del XIX secolo, ha ospitato nel castello di Birr il più grande telescopio al mondo, un telescopio riflettore da 1,8 metri conosciuto come il Leviatano di Parsonstown.

Ulteriori Informazioni

L'ESO (European Southern Observatory, o Osservatorio Australe Europeo) è la principale organizzazione intergovernativa di Astronomia in Europa e l'osservatorio astronomico più produttivo al mondo. È sostenuto da 16 paesi: Austria, Belgio, Brasile, Danimarca, Finlandia, Francia, Germania, Italia, Paesi Bassi, Polonia, Portogallo, Regno Unito, Repubblica Ceca, Spagna, Svezia, e Svizzera, oltre al paese che ospita l'ESO, il Cile e dall’Australia come partner strategico. L'ESO svolge un ambizioso programma che si concentra sulla progettazione, costruzione e gestione di potenti strumenti astronomici da terra che consentano agli astronomi di realizzare importanti scoperte scientifiche. L'ESO ha anche un ruolo di punta nel promuovere e organizzare la cooperazione nella ricerca astronomica. L'ESO gestisce tre siti osservativi unici al mondo in Cile: La Silla, Paranal e Chajnantor. Sul Paranal, l'ESO gestisce il Very Large Telescope e il suo Interferometro di punta a livello mondiale, ma anche due telescopi per survey: VISTA, che, lavora nella banda infrarossa, e il VST (VLT Survey Telescope) in luce visibile. L'ESO è il partner principale di due strumentazioni sul Chajnantor, APEX e ALMA, il più grande progetto astronomico esistente. E sul Cerro Armazones, vicino al Paranal, l'ESO sta costruendo l'Extremely Large Telescope, o ELT, un telescopio da 39 metri che diventerà "il più grande occhio del mondo rivolto al cielo".

Links

Contatti

Richard Hook
ESO Public Information Officer
Garching bei München, Germany
Tel: +49 89 3200 6655
Cell: +49 151 1537 3591
Email: rhook@eso.org

A proposito dell'annuncio

Identificazione:ann17070

Immagini

Logo dell’ESO e bandiera irlandese
Logo dell’ESO e bandiera irlandese