MUSE osserva la Nebulosa di Orione

Questa sequenza video mostra come il nuovo strumento MUSE sul VLT (Very Large Telescope) dell'ESO renda la tridimensionalità della Nebulosa di Orione. Per ogni zona di questa spettacolare regione di formazione stellare la luce viene scomposta nei colori che la compongono - rivelando in dettaglio le proprietà chimiche e fisiche di ciascun pixel.

Nell'analisi successiva l'astronomo può muoversi tra i dati e studiare diversi punti di vista dell'oggetto a diverse lunghezze d'onda, proprio come sintonizzando un televisore a diverse frequenze si vedono canali diversi.

L'immagine si basa su un mosaico di molte serie di dati di MUSE ottenuti poco dopo la prima luce dello strumento all'inizio del 2014. In sole 2 ore e mezzo di osservazione sono stati ottenuti 2,7 milioni di spettri - un tasso notevole di 300 spettri ogni secondo. Il set completo dei dati contiene 11 miliardi di pixel.

Per produrre l'immagine a colori sono state scelte tre diverse zone dello spettro - come indicato nelle sezioni del cubo di dati - che si uniscono a formare l'unica immagine a colori che si vede alla fine. Anche se queste immagini sono straordinarie, rappresentano solo una piccola frazione dell'informazione contenuta nell'intero set di dati tridimensionale di MUSE.

Crediti:

ESO/MUSE consortium/R. Bacon/L. Calçada

A proposito del video

Identificazione:eso1407c
Lingua:it-ch
Data di rilascio:Mercoledì 05 Marzo 2014 12:00
Notizie relative:eso1407
Durata:29 s
Frame rate:30 fps

Riguardo all'oggetto

Nome:M 42, Messier 42, MUSE, Orion Nebula
Tipo:Milky Way : Nebula : Type : Star Formation

Ultra HD (info)


HD


Grande

Grande QT
5,1 MB

Medio

Podcast Video
3,6 MB
MPEG-1 medio
14,3 MB
Flash medio
5,1 MB

Piccolo

Flash piccolo
1,9 MB
QT piccolo
1,2 MB

For Broadcasters


Vedere anche