ann20002-it — Annuncio

Lo strumento MICADO dell'ELT supera la fase di revisione preliminare del progetto

21 Gennaio 2020

MICADO, il primo sistema per immagini dedicato per l'ELT (Extremely Large Telescope) dell'ESO, ha raggiunto un importante traguardo nella revisione del progetto. Il consorzio MICADO, insieme a un gruppo di esperti esterni provenienti da tutto il mondo, si è riunito presso la sede di Garching dell'ESO per una settimana di intenso esame dell'ottica, della meccanica, del software, dell'elettronica e del piano di bilancio dello strumento per identificare eventuali aree che necessitino di ulteriori lavori di progettazione. Dopo l'incontro, il gruppo di lavoro di MICADO ha affrontato tutte le principali preoccupazioni sollevate durante la revisione e lo strumento ha formalmente superato la revisione preliminare del progetto. È attualmente in corso una fase di progettazione più dettagliata, che porterà alla revisione finale del progetto e alla costruzione dei numerosi componenti dello strumento.

Equipaggiata per produrre sia immagini che informazioni spettrografiche, MICADO - la camera multi-adattiva per immagini ottiche per osservazioni profonde - si concentrerà sulle immagini e sulla spettroscopia nel vicino infrarosso con una combinazione senza precedenti di sensibilità e precisione. Per compensare l'effetto di sfuocatura dovuto dell'atmosfera, MICADO utilizzerà due diversi tipi di sistemi di ottica adattiva. Uno utilizzerà lo specchio deformabile M4 per fornire immagini nitide su uno stretto campo di vista; l'altro utilizza tutte le funzionalità del modulo di ottica adattiva MAORY per fornire un campo di vista più ampio.

MICADO avrà la flessibilità necessaria per osservare molti tipi di oggetti e le sue capacità spettroscopiche aumenteranno significativamente la nostra comprensione della composizione di questi oggetti. La promessa dello strumento è di affrontare alcune delle domande più urgenti dell'astronomia, tra cui come si formano gli esopianeti, come i buchi neri nei centri delle galassie influenzano le loro ospiti e come l'Universo si è evoluto nel tempo.

Ulteriori informazioni

Il consorzio MICADO è composto da: MPE (Max-Planck-Institut für Extraterrestrische Physik, Germania), MPIA (Max-Planck-Institut für Astronomie, Germania), USM (Universitäts-Sternwarte München, Germania), IAG (Institute for Astrophysics of the Georg-August-Universität Göttingen, Germania), NOVA (Netherlands Research School for Astronomy rappresentata dall'Università di Groningen, l'Università di Leiden, e il gruppo di strumentazione ottica/infrarossa NOVA con base a ASTRON in Dwingeloo, Paesi Bassi), INAF Istituto Nazionale di Astrofisica (Italia), CNRS/INSU (Centre National de la Recherche Scientifique/Institut National des Sciences de l’Univers rappresentato da LESIA, GEPI, Division Technique de l'INSU, UTINAM/OSU THETA e IPAG, Francia), A* (partenariato austriaco rappresentato dall'Università di Vienna, l'Università di Innsbruck, l'Università di Linz, e RICAM Linz, Austrian Academy of Sciences, Austria), e il Centro Finlandese per l'Astronomica con l'ESO (FINCA), University of Turku, Finland.

Links

Contatti

Suzanne Ramsay
ESO Head of Project Science Department 
Garching bei München, Germany
Tel: +49 89 3200 6665
Email: sramsay@eso.org

Bárbara Ferreira
ESO Public Information Officer
Garching bei München, Germany
Tel: +49 89 3200 6670
Cell: +49 151 241 664 00
Email: pio@eso.org

A proposito dell'annuncio

Identificazione:ann20002

Immagini

Resa tridimensionale dello strumento MICADO
Resa tridimensionale dello strumento MICADO
Revisione preliminare del progetto MICADO
Revisione preliminare del progetto MICADO
Rappresentazione artistica dell'ELT in funzione
Rappresentazione artistica dell'ELT in funzione