ann18029-it-ch — Annuncio

ALMA raggiunge quota 1000 articoli scientifici pubblicati

03 Maggio 2018

ALMA, che sta per Atacama Large Millimeter/submillimeter Array, ha raggiunto un importante traguardo con la pubblicazione del millesimo articolo peer reviewed scritto utilizzando i suoi dati. L’articolo in questione si intitola Spatial variations in Titan's atmospheric temperature: ALMA and Cassini comparisons from 2012 to 2015, è stato scritto da Alexander E. Thelen et al. e presenta un’analisi dettagliata della temperatura atmosferica della luna più grande di Saturno, Titano.

In origine, i dati utilizzati da Thelen et al. erano stati utilizzati per calibrare il telescopio ed erano disponibili dal 2013. ALMA ha un archivio dati online, quindi molte scoperte di ricercatori diversi possono essere fatte con un unico programma di osservazione oppure da dati raccolti per uno scopo completamente diverso, come in questo caso. L’intera gamma di articoli che presentano osservazioni e scoperte fatte usando i dati di ALMA è disponibile anche online nel database telbib dell’ESO [1].

La bibliografia di ALMA è curata sia dai bibliotecari dell’ESO sia da quelli del NRAO e del NAOJ. Questo approccio congiunto sottolinea anche lo spirito di collaborazione generale che caratterizza il progetto ALMA [2].

Il primo articolo scientifico basato sui dati di ALMA è apparso nel 2012 e da allora ALMA – il più grande progetto astronomico da terra esistente – è stato utilizzato fondamentale per moltissime scoperte, come la rilevazione degli ingredienti dei sistemi esoplanetari giovani (eso1718), l'osservazione della formazione delle galassie nell'Universo primordiale (eso1530) e lo studio della formazione delle prime stelle (eso1708). ALMA può fare queste scoperte studiando la luce con lunghezze d'onda di circa un millimetro. Questa si origina da alcuni degli oggetti più freddi dell’Universo, come le galassie più antiche e distanti e le nubi molecolari, dense regioni di gas e polvere dove nascono nuove stelle.

ALMA è un telescopio singolo composto da 66 antenne ad alta precisione, che operano a lunghezze d’onda tra 0,32 e 3,6 millimetri. La sua schiera principale è composta da 50 antenne di 12 metri di diametro, che lavorano insieme come un interferometro. Questa già potente schiera di antenne è completata da un’altra schiera compatta di quattro antenne da dodici metri e dodici antenne da sette metri.

Da quando sono stati prodotti i primi dati da parte di ALMA, il numero di articoli scientifici pubblicati è cresciuto rapidamente e i dati di questa centrale produttiva a livello astronomico ora raggiungono la media di un articolo scientifico con referee al giorno. Con 1000 articoli pubblicati finora, questo potente strumento ha già ampliato la nostra conoscenza delle regioni più lontane dell’Universo e, in futuro, continuerà ad aiutarci a rispondere alle domande sul cosmo.

Note

[1] ALMA ha stabilito una chiara politica sulle citazioni per l’uso dei dati nelle pubblicazioni, in modo che le osservazioni possano essere associate senza problemi alle pubblicazioni. Cliccate qui e qui per ulteriori informazioni sulla metodologia bibliografica di ALMA e sulle lezioni imparate dai primi anni di operazione.

[2] I curatori della bibliografia di ALMA sono: Uta Grothkopf, Silvia Meakins e Dominic Bordelon, Biblioteca dell’ESO, library@eso.org; Marsha Bishop, Biblioteca del NRAO, mbishop@nrao.edu e Tomoko Nishikawa, NAOJ – Ufficio ALMA, tomoko.nishikawa@nao.ac.jp.

Ulteriori informazioni

ALMA, una struttura astronomica internazionale, è un partenariato tra l’ESO, la National Science Foundation (NSF) degli Stati Uniti e il National Institute of Natural Sciences (NINS) del Giappone, in collaborazione con la Repubblica di Cile.

Links

Contatti

Richard Hook
ESO Public Information Officer
Garching bei München, Germany
Tel: +49 89 3200 6655
Cell: +49 151 1537 3591
Email: rhook@eso.org

Riguardo all'annuncio

Identificazione:ann18029

Immagini

Numero di articoli pubblicati usando ALMA
Numero di articoli pubblicati usando ALMA
Confronto tra gli articoli pubblicati usando dati da diversi osservatori
Confronto tra gli articoli pubblicati usando dati da diversi osservatori