ann18084-it — Annuncio

ESCAPE: porte aperta alla scienza

Infrastrutture europee di astronomia e di fisica delle particelle ricevono finanziamenti per un progetto di "Open Data" (dati ad accesso pubblico) di 16 milioni di Euro

20 Novembre 2018

Il progetto ESCAPE (le infrastrutture europee di ricerca in astronomia e fisica delle particelle chiamate: European Science Cluster of Astronomy e Particle physics ESFRI) ha ricevuto un finanziamento di € 16 milioni attraverso il programma Horizon 2020 Research and Innovation per programmi di ricerca e di innovazione dell'Unione europea [1] e sarà lanciato nel primo trimestre del 2019. Riunendo alcuni istituti chiave, sia di astronomia che di fisica delle particelle, distributi in tutta Europa nella "Roadmap" ESFRI (European Strategy Forum on Research Infrastructure), il progetto ESCAPE mira ad affrontare le sfide della scienza aperta e dell'accessibilità dei dati che xx sui ricercatori europei.

Il progetto ESCAPE cerca di combinare gli sforzi delle istituzioni partecipanti nel campo dell'astronomia multi-vettore e della fisica delle particelle che dipende dai grandi acceleratori per rendere i dati e il software aperti, accessibili e interoperabili.

Con a capo il CNRS (National Center for Scientific Research) francese, ESCAPE, per un periodo di 42 mesi, intende gestire la collaborazione tra 31 diversi partner europei scientifici e industriali, per rispondere a domande critiche sulla scienza aperta e sull'innovazione per la getione dei dati in ricerche scientifiche basate su grandi quantità di dati. "Il nome ESCAPE è stato scelto perché il nostro cluster di istituti mira a far uscire i dati e la ricerca da ogni costrizione", spiega il dr. Giovanni Lamanna, direttore del laboratorio del CNRS LAPP (Laboratoire d'Annecy de Physique des Particules) e responsabile principale del progetto ESCAPE.

Questo ambizioso progetto favorirà la collaborazione nell'astronomia multi-vettore e la fisica delle particelle con gli acceleratori attraverso lo sviluppo di un'infrastruttura europea diffusa e di una metodologia condivisa per l'archiviazione, l'analisi e la diffusione di dati di grandi dimensioni. ESCAPE vuole concentrarsi sull'educazione dei membri della comunità scientifica europea su un'efficiente gestione dei dati e sull'attuazione dei principi dell'European Open Science Cloud (il cloud europeo delle scienze aperte), fornendo ai ricercatori una piattaforma integrata di scienza aperta per l'analisi dei dati.

Notes

[1] ESCAPE è stato finanziato dal programma dell'Unione Europea Horizon 2020 Research and Innovation programme, con il contratto No. 824064.

Ulteriori Informazioni

Il consorzio di strutture di ESCAPE è ampio e competente: comprende alcuni punti di riferimenti di ESFRI come CTA (Cherenkov Telescope Array), l'ELT (Extremely Large Telescop), l'EST (European Solar Telescope), FAIR (Facility for Antiproton and Ion Research in Europe), l'HL-LHC (High Luminosity-Large Hadron Collide), KM3NeT (cubic-kilometre-sized Neutrino Telescope), e lo SKA (Square Kilometre Array). Anche due organizzazioni internazionali pan-europee, il CERN (European Organization for Nuclear Research, l'organizzazione europea per la ricerca nucleare) e l'ESO (European Southern Observatory, l'Osservatorio Europeo Australe) fanno parte del cluster ESCAPE. Anche l'EURO-VO (Osservatorio virtuale europeo) è attivamente impegnato in questo sforzo. ESCAPE raccoglie anche altri osservatori astronomici di successo, come quelli gestiti da ESO (per esempio: APEX, ALMA, il Paranal e La Silla), infrastrutture di ricerca come EGO-Virgo (European Gravitational-Wave Observatory) e JIVE (Joint Institute for VLBI ERIC). L'elenco completo dei partner di ESCAPE è disponibile nel comunicato stampa di ESCAPE.

Links

A proposito dell'annuncio

Identificazione:ann18084

Immagini

Il logo di ESCAPE
Il logo di ESCAPE