eso1433it — Comunicato Stampa Organizzazione

La Polonia entra nell'ESO, l'Osservatorio Europeo Australe

28 Ottobre 2014

Oggi la Prof.sa Lena Kolarska-Bobińska, Ministro della Scienza ed Alta Educazione polacca, ha firmato l'accordo che porta la Polonia ad entrare nell'ESO (European Southern Observatory) - l'osservatorio da terra piu' produttivo al mondo. L'ESO e' pronto ad accogliere la Polonia come Stato Membro, in seguito alla ratifica dell'accordo.

L'accordo per l'adesione della Polonia e' stato firmato oggi a Varsavia, Polonia, dal Ministro Kolarska-Bobińska e dal Direttore Generale dell'ESO Tim de Zeeuw, in presenza di alti ufficiali polacchi e dell'ESO. Poiche' l'accordo implica adesione a un trattato internazionale, deve essere ora inviato al Parlamento polacco per la ratifica [1]. La firma dell'accordo segue l'approvazione all'unanimita' dal Consiglio dell'ESO nell'incontro straordinario dell'8 ottobre 2014.

"Siamo molto felici di avere al nostro orizzonte l'ingresso in ESO," commenta il Ministro Kolarska-Bobińska. "Cio' aprira' molte opportunita' per noi in futuro, e indirizzera' l'industria la scienza e la tecnologia polacche verso un miglioramento. Sara' l'inizio di una fantastica collaborazione per l'astronomia europea e rafforzera' i nostri legami con il Cile, con cui gia' collaboriamo intensamente, per esempio, nell'industria estrattiva - un altro campo in cui le condizioni naturali del Cile sono eccezionali".

Il collegamento tra ESO e Polonia si estende al di la' delle rispettive comunita' astronomiche. Per esempio, l'ultimo Giorno dell'Industria dell'ESO e' stato ospitato a Varsavia nel gennaio 2013. L'evento ha dato all'ESO la possibilita' di informare le industrie polacche sulle strutture presenti e future dell'ESO, compresa la costruzione dell'E-ELT (European Extremely Large Telescope).

"Non vediamo l'ora di avere la Polonia come membro della nostra organizzazione", dice il Direttore Generale dell'ESO, Tim de Zeeuw. "La Polonia portera' una comunita' astronomica forte, che rafforzera' le nostre competenze negli stati membri, per esempio per gli studi di variabilita' temporale. La Polonia avra' accesso ai migliori telescopi e osservatori al mondo, tra cui il VLT (Very Large Telescope) al Paranal, ALMA a Chajnantor e, nel prossimo decennio, anche l'E-ELT ad Armazones, che rappresentera' un enorme passo avanti. La Polonia ora puo' partecipare allo sforzo di costruzione dell'E-ELT".

La Polonia, paese natale di Copernico, l'astronomo che propose che il Sole era al centro del Sistema Solare, e non la Terra, ha una ricca tradizione di astronomia che giunge fino ai nostri giorni. "Gli astronomi polacchi hanno contribuito alla ricerca astronomica contemporanea, e il nostro ingresso nell'ESO non fara' che aumentare il nostro contributo", conclude il Ministro Kolarska-Bobińska.

Note

[1] Dopo la ratifica del Parlamento polacco, gli Stati Membri dell'ESO saranno Austria, Belgio, Brasile (in attesa di ratifica), Danimarca, Finlandia, Francia, Germania, Gran Bretagna, Italia, Olanda, PPolonia, ortogallo, Repubblica Ceca, Spagna, Svezia, e Svizzera.

Ulteriori Informazioni

L'ESO (European Southern Observatory, o Osservatorio Australe Europeo) è la principale organizzazione intergovernativa di Astronomia in Europa e l'osservatorio astronomico più produttivo al mondo. È sostenuto da 15 paesi: Austria, Belgio, Brasile, Danimarca, Finlandia, Francia, Germania, Gran Bretagna, Italia, Olanda, Portogallo, Repubblica Ceca, Spagna, Svezia, e Svizzera. L'ESO svolge un ambizioso programma che si concentra sulla progettazione, costruzione e gestione di potenti strumenti astronomici da terra che consentano agli astronomi di realizzare importanti scoperte scientifiche. L'ESO ha anche un ruolo di punta nel promuovere e organizzare la cooperazione nella ricerca astronomica. L'ESO gestisce tre siti osservativi unici al mondo in Cile: La Silla, Paranal e Chajnantor. Sul Paranal, l'ESO gestisce il Very Large Telescope, osservatorio astronomico d'avanguardia nella banda visibile e due telescopi per survey. VISTA, il più grande telescopio per survey al mondo, lavora nella banda infrarossa mentre il VST (VLT Survey Telescope) è il più grande telescopio progettato appositamente per produrre survey del cielo in luce visibile. L'ESO è il partner europeo di un telescopio astronomico di concetto rivoluzionario, ALMA, il più grande progetto astronomico esistente. L'ESO al momento sta progettando l'European Extremely Large Telescope o E-ELT (significa Telescopio Europeo Estremamente Grande), un telescopio da 39 metri che opera nell'ottico e infrarosso vicino e che diventerà "il più grande occhio del mondo rivolto al cielo".

La traduzione dall'inglese dei comunicati stampa dell'ESO è un servizio dalla Rete di Divulgazione Scientifica dell'ESO (ESON: ESO Science Outreach Network) composta da ricercatori e divulgatori scientifici da tutti gli Stati Membri dell'ESO e altri paesi. Il nodo italiano della rete ESON è gestito da Anna Wolter.

Contatti

Richard Hook
ESO Public Information Officer
Garching bei München, Germany
Tel.: +49 89 3200 6655
Cell.: +49 151 1537 3591
E-mail: rhook@eso.org

Connect with ESO on social media

Questa è una traduzione del Comunicato Stampa dell'ESO eso1433.

Sul Comunicato Stampa

Comunicato Stampa N":eso1433it
Nome:ESO Director General, ESO Member States
Tipo:Unspecified : People
Facility:Other

Immagini

La cerimonia della firma dell'ingresso della Polonia in ESO
La cerimonia della firma dell'ingresso della Polonia in ESO
La cerimonia della firma dell'ingresso della Polonia in ESO
La cerimonia della firma dell'ingresso della Polonia in ESO

Vedere anche