ann16043-it-ch — Annuncio

Il Consiglio dell’ESO dà il via alla ricerca del prossimo direttore generale

01 Luglio 2016

L’attuale direttore generale dell’ESO, Tim de Zeeuw, completerà il suo secondo mandato quinquennale come direttore generale alla fine del mese di agosto del 2017. Il Consiglio dell’ESO ha deciso di istituire un Comitato di Selezione per coadiuvare la scelta del prossimo direttore generale.

Tim de Zeeuw ha guidato l’ESO durante un periodo di notevoli successi scientifici, tecnici e organizzativi. Ha supervisionato i contributi dell’ESO per l’ultimazione dell’osservatorio ALMA (Atacama Large Millimeter/submillimeter Array), la selezione e acquisizione del sito dell’E-ELT (European Extremely Large Telescope), nonché l’approvazione e l’inizio della costruzione del telescopio e dei suoi strumenti di prima luce. Inoltre, si è occupato del normale funzionamento e dello sviluppo degli osservatori di La Silla e del Paranal, compreso il telescopio APEX (Atacama Pathfinder Experiment telescope), dell’ultimazione della seconda generazione di strumenti del VLT (Very Large Telescope array), del completamento dell’estensione dell’edificio del quartier generale a Garching e della donazione del Planetario e Centro Espositivo Supernova dell’ESO. Gli abbondanti frutti scientifici di queste attività hanno reso l’ESO l’osservatorio astronomico più produttivo al mondo. Il Consiglio desidera continuare e amplificare questi successi, nominando un direttore generale eccellente attraverso una ricerca aperta a livello internazionale.

Sotto l’autorità dell’attuale direttore generale, il numero degli Stati Membri è aumentato a quindici e, attualmente, altri Paesi sono impegnati a livelli diversi per quanto riguarda un’eventuale adesione. Il Consiglio dell’ESO ha anche concordato di aumentare gradualmente i contributi degli Stati Membri in un arco di dieci anni per provvedere ai fondi per la costruzione e la gestione dell’E-ELT, continuando nel frattempo a promuovere il costante uso e sviluppo delle strutture dell’ESO di La Silla, Paranal e ALMA. Vista sua la crescita, l’ESO è stato riorganizzato per gestire queste attività.

I principali compiti del direttore generale sono i seguenti: gestire il programma dell’ESO, lavorare con il Consiglio per sviluppare e mettere in atto le strategie definite, mantenere la leadership e l’eccellenza dell’ESO nel campo dell’astronomia e supervisionare la costruzione dell’E-ELT, sostenendo, allo stesso tempo, il primato mondiale delle altre strutture in termini di produttività.

Il Consiglio dell’ESO ha approvato la costruzione della prima fase dell’E-ELT. Uno dei ruoli più importanti del direttore generale sarà quello di assicurare il progresso dell’E-ELT per la prima luce del 2024 e portarlo alla piena operatività. Per il completamento di tutte le risorse dell’E-ELT saranno necessari ulteriori fondi e il direttore generale dovrà lavorare con il Consiglio per ottenerli e per elaborare una strategia volta a ulteriori sviluppi. Ciò richiederà un equilibrio di investimenti dell’ESO tra i vari programmi e progetti più importanti entro i vincoli rigidi del budget.

Il direttore generale deve soddisfare i seguenti requisiti:

  1. Rappresentanza dell’ESO con l’ambizione di leadership nella ricerca astronomica: il direttore generale deve avere una competenza scientifica nella ricerca astronomica riconosciuta a livello internazionale e deve essere in grado di comunicare una strategia scientifica a lungo termine a un ampio pubblico. Il direttore generale deve essere appassionato, dinamico e dotato di eccellenti capacità di comunicazione e leadership.
  2. Requisiti per la gestione interna dell’ESO: il direttore generale deve avere la capacità di guidare, dirigere e gestire un team composto da personale di grado elevato per eseguire e mettere in atto tre ampi programmi in ambienti molto diversi (La Silla e Paranal: funzionamento, aggiornamenti e sviluppo; ALMA: funzionamento e sviluppo in collaborazione con i partner dell’ESO in Nord America e in Asia Orientale; E-ELT: costruzione, pianificazione e sviluppo). È necessario mantenere stretti collegamenti tra i diversi siti dell’ESO e assicurare che la messa in funzione e l’impiego delle risorse siano efficaci. Il direttore generale deve creare un ambiente di lavoro positivo con una struttura che garantisca uno staff fortemente motivato, reattivo e produttivo.
  3. La necessità di definire il ruolo dell’ESO nella ricerca astronomica mondiale: il direttore generale deve essere in grado di lavorare con il Consiglio per sviluppare e migliorare continuamente la strategia dell’ESO, rafforzando ulteriormente il ruolo dell'ESO come organizzazione per la collaborazione astronomica a livello mondiale e definendo la rotta per l’ultimazione dell’E-ELT. Il direttore generale è responsabile della messa in atto della strategia concordata dal Consiglio.
  4. Requisiti per le relazioni internazionali dell’ESO: il direttore generale deve comprendere la dimensione politica dell’ESO ed essere in grado di mantenere e sviluppare buone relazioni con partner internazionali, sia all’interno, sia all’esterno dell’Europa, con la comunità di utenti scientifici, istituti astronomici, organismi e agenzie scientifiche internazionali, governi e Unione Europea. Il mantenimento di relazioni eccellenti con la Repubblica del Cile e con gli Stati Membri è una condizione fondamentale.

È essenziale un’esperienza comprovata di forte leadership presso un istituto astronomico rinomato e a carattere internazionale o presso un’organizzazione internazionale. Sarà necessario viaggiare spesso tra il quartier generale dell’ESO a Garching, in Germania, i siti degli osservatori e gli uffici a Santiago del Cile, ma anche recarsi presso istituti, agenzie e altre organizzazioni in tutto il mondo. Sono essenziali doti comunicative eccellenti e una buona conoscenza dell’inglese. La conoscenza del tedesco e/o spagnolo è un plus.

La posizione di direttore generale è un lavoro a tempo pieno, con un primo incarico di cinque anni e la possibilità di rinnovo. Benefici e indennità sono concessi in conformità con il regolamento e le norme dello staff dell’ESO.

Le persone che desiderano esprimere il proprio interesse per questa posizione sono invitate a contattare Patrick Roche, il presidente del Consiglio dell’ESO, allegando un breve CV e una lettera di motivazione.

Links

Contatti

ESO Council President
Patrick Roche
University of Oxford
Department of Physics
Denys Wilkinson Building
Keble Road
Oxford OX1 3RH, United Kingdom
Tel: +44 1865 273338 
Email: ESOPresident@physics.ox.ac.uk

Richard Hook
ESO Public Information Officer
Garching bei München, Germany
Tel: +49 89 3200 6655
Cell: +49 151 1537 3591
Email: rhook@eso.org

Riguardo all'annuncio

Identificazione:ann16043

Immagini

Il Professor Tim de Zeeuw in visita all’Osservatorio del Paranal
Il Professor Tim de Zeeuw in visita all’Osservatorio del Paranal