Spara al messaggero

Quando cala il crepuscolo, i lampioni illuminano dolcemente le curve e gli angoli del Planetario Supernova di ESO. Le cime degli alberi si stagliano contro il bagliore rosso sbiadito che si estende lungo l'orizzonte, mentre le luci artificiali proiettano zone luminose e ritagliano angoli oscuri, creando un'atmosfera suggestiva attorno al quartier generale dell'ESO a Garching, in Germania.

La linea diagonale di punti luminosi che sfrecciano attraverso il cielo mostra il pianeta Mercurio, che prende il nome dal dio messaggero romano. Il suo percorso è catturato in più esposizioni: circa 60 immagini scattate nel corso di un'ora. Mercurio è normalmente un pianeta molto difficile da osservare, in gran parte a causa della sua vicinanza al Sole, la cui luminosità lo oscura facilmente. Vederlo da una città è particolarmente difficile a causa dell'inquinamento luminoso.

Tuttavia, in questa occasione, diversi fattori hanno cospirato per consentire all'ambasciatore fotografo dell'ESO Petr Horálek di catturare questi scatti: la notte era particolarmente chiara; erano passate solo due notti prima che Mercurio raggiungesse il suo massimo allungamento orientale, o la maggiore distanza angolare dal Sole rispetto alla Terra; e il pianeta appare alto nel cielo dopo il tramonto.

Un altro modo per individuare il pianeta più vicino al Sole è quando transita. Ciò avverrà l'11 novembre 2019. Si tratta di un evento molto raro e il prossimo transito non avverrà fino al 2032!

Crediti:

Riguardo l'immagine

Identificazione:potw1913a
Lingua:it-ch
Tipo:Fotografico
Data di rilascio:Lunedì 01 Aprile 2019 06:00
Grandezza:4823 x 2999 px

Riguardo all'oggetto

Nome:Mercury
Tipo:Solar System : Planet

Formati delle immagini

JPEG grande
2,6 MB

Zoom


Sfondi

1024x768
227,7 KB
1280x1024
343,4 KB
1600x1200
484,2 KB
1920x1200
597,1 KB
2048x1536
737,3 KB

 

Vedere anche