Rappresentazione artistica del sistema stellare triplo che contiene il buco nero più vicino a noi

Questa rappresentazione artistica mostra le orbite degli oggetti nel sistema triplo HR 6819, costituito da un sistema binario interno con una stella (orbita in blu) e il buco nero appena scoperto (orbita in rosso), nonché da un terzo oggetto, un'altra stella, su un'orbita più ampia (anche questa in blu).

L'equipe inizialmente credeva che nel sistema fossero presenti solo due oggetti, le due stelle.Tuttavia, nell'analizzare le osservazioni, scoprirono con stupore la presenza di un terzo corpo precedentemente ignoto in HR 6819: un buco nero, il più vicino alla Terra trovato finora.Il buco nero è invisibile, ma manifesta la propria presenza attraverso l'attrazione gravitazionale che causa il moto orbitale della stella, luminosa, più interna.Gli oggetti che formano questa coppia interna hanno all'incirca la stessa massa e orbite circolari.

Le osservazioni, effettuate con lo spettrografo FEROS installato sul telescopio da 2,2 metri presso l'Osservatorio di La Silla dell'ESO, hanno mostrato che la stella visibile interna orbita intorno al buco nero ogni 40 giorni, mentre la seconda stella rimane a grande distanza da questa coppia interna.

Crediti:

ESO/L. Calçada

A proposito dell'immagine

Identificazione:eso2007a
Lingua:it
Tipo:Illustrazione
Data di pubblicazione:Mercoledì 06 Maggio 2020 14:00
Notizie relative:eso2007
Dimensione:5000 x 3000 px

A proposito delll'oggetto

Nome:HR 6819
Tipo:Milky Way : Star : Evolutionary Stage : Black Hole

Formati delle immagini

JPEG grande
1,5 MB

Zoom


 

Vedere anche